I 7 tipi di riposo di cui hai bisogno

I 7 tipi di riposo di cui hai bisogno

“The 7 types of rest that every person needs” (I 7 tipi di riposo di cui hai bisogno) è la trascrizione di una presentazione tenuta dalla Dott.ssa Saundra Dalton-Smith durante il TEDx di Atlanta.

L’articolo originale, in lingua inglese, è disponibile in questa pagina. Di seguito, la mia traduzione del contenuto in italiano.

TEDx Mindfulness

I 7 tipi di riposo di cui hai bisogno

Hai mai provato a riacquistare energia dormendo di più e, al risveglio, sentirti ancora esausto?

Se ti riconosci in questa domanda, ecco la risposta: il sonno e il riposo non sono la stessa cosa, anche se molti confondono erroneamente i due.

Pensiamo di aver riposato perché abbiamo dormito abbastanza, ma in realtà ci stiamo perdendo gli altri tipi di riposo di cui abbiamo disperatamente bisogno. Il risultato finale è una società di individui di successo, con capacità produttiva elevata, cronicamente stanchi e cronicamente esauriti. Soffriamo di un deficit di riposo perché non comprendiamo il vero potere del riposo.

Il termine riposo dovrebbe essere associato al ripristino in sette aree chiave della tua vita.

Il riposo fisico

Il primo tipo di riposo di cui abbiamo bisogno è il riposo fisico, che può essere passivo o attivo. Il riposo fisico passivo include il sonno e il pisolino, mentre il riposo fisico attivo significa attività rigeneranti come lo yoga, lo stretching e la massoterapia che aiutano a migliorare la circolazione e la flessibilità del corpo.

Il riposo mentale

Il secondo tipo di riposo è il riposo mentale. Hai presente quel collega che inizia a lavorare ogni giorno con un’enorme tazza di caffè? È spesso irritabile e smemorato, e ha difficoltà a concentrarsi sul suo lavoro. Quando si sdraia la notte per dormire, lotta spesso per spegnere il cervello mentre le conversazioni del giorno riempiono i suoi pensieri. E nonostante abbia dormito dalle sette alle otto ore, si sveglia sentendosi come se non fosse mai andato a letto.

Ha un deficit di riposo mentale. La buona notizia è che non devi lasciare il lavoro o andare in vacanza per risolvere questo problema. Pianifica brevi pause ogni due ore durante la giornata lavorativa; queste pause possono aiutarti a rallentare. Potresti anche tenere un taccuino vicino al letto per annotare eventuali pensieri fastidiosi che ti terrebbero sveglio (NdT: questa è una tecnica del programma MBSR) .

Il riposo sensoriale

Il terzo tipo di riposo di cui abbiamo bisogno è il riposo sensoriale. Luci intense, schermi di computer, rumori di fondo e conversazioni multiple, sia in ufficio che durante le chiamate in videoconferenza, possono sopraffare i nostri sensi. Questo può essere contrastato facendo qualcosa di semplice come chiudere gli occhi per un minuto a metà giornata, o spegnendo intenzionalmente i nostri dispositivi elettronici alla fine di ogni giornata. Momenti intenzionali di stacco (deprivazione sensoriale) possono aiutare a riparare il danno inflitto dal mondo iperstimolante.

Il riposo creativo

Il quarto tipo di riposo è il riposo creativo. Questo tipo di riposo è particolarmente importante per chiunque debba risolvere problemi o fare brainstorming di nuove idee. Il riposo creativo risveglia lo stupore e la meraviglia dentro ognuno di noi. Ricordi la prima volta che hai visto il Grand Canyon, l’oceano o una cascata? Concedere a te stesso la bellezza della vita all’aria aperta, anche se è in un parco locale o nel tuo cortile, ti offre un riposo creativo.

Ma il riposo creativo non riguarda semplicemente l’apprezzamento della natura; include anche godersi le arti. Trasforma il tuo spazio di lavoro in un luogo di ispirazione mostrando immagini di luoghi che ami e opere d’arte che ti parlano. Non puoi passare 40 ore alla settimana fissando un ambiente vuoto o confuso e aspettarti di sentirti appassionato di qualsiasi cosa, tanto meno di trovare idee innovative.

Il riposo emotivo

Ora diamo un’occhiata a un altro individuo: l’amico che tutti pensano sia la persona più gentile che abbiano mai incontrato. È la persona da cui tutti dipendono, quella che chiameresti se avessi bisogno di un favore perché anche se non vogliono farlo, sai che ti daranno un “” riluttante piuttosto che un vero “no“. Ma quando questa persona è sola, si sente non apprezzata e come se gli altri si approfittassero di lei.

Questa persona richiede riposo emotivo, il che significa avere il tempo e lo spazio per esprimere liberamente i propri sentimenti e ridurre le persone piacevoli. Il riposo emotivo richiede anche il coraggio di essere autentico. Una persona emotivamente riposata può rispondere alla domanda “Come stai oggi?” con un sincero “Non sto bene” per poi continuare a condividere alcune cose difficili che altrimenti non vengono dette.

Il riposo sociale

Se hai bisogno di riposo emotivo, probabilmente hai anche un deficit di riposo sociale. Ciò si verifica quando non riusciamo a distinguere tra quelle relazioni che ci danno energia da quelle relazioni che ci esauriscono. Per sperimentare più riposo sociale, circondati di persone positive e solidali. Anche se le tue interazioni sono virtuali, puoi scegliere di impegnarti in modo più completo accendendo la videocamera e concentrandoti su chi stai parlando.

Il riposo spirituale

L’ultimo tipo di riposo è il riposo spirituale, che è la capacità di connettersi oltre il fisico e mentale e di provare un profondo senso di appartenenza, amore, accettazione e scopo. Per riceverlo, impegnati in qualcosa di più grande di te stesso e aggiungi la preghiera, la meditazione o il coinvolgimento della comunità alla tua routine quotidiana.

Come puoi vedere, dormire da solo non può riportarci al punto in cui ci sentiamo riposati. Quindi è tempo per noi di iniziare a concentrarci su come ottenere il giusto tipo di riposo di cui abbiamo bisogno.

Nota dell'editore: la fatica può anche essere associata a numerosi problemi di salute, quindi si prega di consultare il proprio medico se persiste
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: