Alcuni punti ‘cardinali’

Durante la pratica, sia di Qi Gong che di Taijiquan, portare l’attenzione su alcuni punti del corpo è spesso di ausilio per assumere la postura corretta.

Punto Bai Hui: spingere la testa verso l’alto

Questa azione ci aiuta distendere la zona cervicale della colonna vertebrale (e non solo, come vedremo dopo); equivale a portare il punto Bai Hui verso l’alto

Punto Ming Men: retrovertere il bacino

La retroversione del bacino distende la zona lombare della colonna; equivale a portare il punto Ming Men verso l’esterno

Punto Hui Yin: mantenere le ginocchia piegate

Piegando le ginocchia, affondiamo il peso sulle gambe; equivale a portare il punto Hui Yin verso il basso

Punto Yong Quan: portare il peso al centro del piede

Scarichiamo il peso del corpo su tutta la pianta del piede; equivale a portare il peso sul punto Yong Quan

L’azione combinata del punto Bai Hui (verso l’alto) e del punto Hui Yin (verso il basso) ha come obiettivo quello di distendere l’intera colonna vertebrale. Inoltre, immaginando di allineare i tre punti Bai Hui , Hui Yin e Yong Quan, lavoriamo sulla verticalità di tutto il corpo.

I punti del corpo citati ci aiutano a condurre la nostra intenzione, così come i punti cardinali sono di ausilio per la navigazione, mentre lavoriamo sulla postura durante la pratica di taijiquan o di qigong

Se vogliamo rendere reali questi punti, basta toccarli ed esercitare una leggera pressione per alcuni secondi con le dita su ognuno di essi. Il nostro cervello memorizzerà questa informazione, rendendo più semplice, in seguito, focalizzare la nostra attenzione mentre eseguiamo i nostri esercizi.